Lecture

Per valorizzare e diffondere la cultura cinematografica ad un pubblico più allargato, in concomitanza ai percorsi di formazione, sono state introdotte le lecture di sceneggiatura e cinema aperte ai vincitori delle diverse sezioni ma anche al pubblico, che si propongono di far conoscere il Premio Mattador e di avvicinare i giovani al cinema, coinvolgendo un crescente numero di studenti ed appassionati.

Gli incontri, coordinati da Andrea Magnani, sono tenuti in lingua italiana e in lingua inglese dai tutor dei percorsi formativi e da sceneggiatori, registi, concept designer, produttori e distributori italiani e stranieri: Debora Alessi, Thanos Anastopoulos, Daniele Auber, Stefano Basso, Manuela Buono, Vinicio Canton, Maurizio Careddu, Laura Cotta Ramosino, Alejandro De La Fuente, Alberto Fasulo, Giuseppe Gori Savellini, Michele Milossi, Gianluca Novel, Nicos Panayotopoulos, Alessandra Pastore, Giovanni Robbiano, Omar Soffici.

Iniziati nel 2010, i cicli di lecture si sono sviluppati negli anni offrendo una maggiore frequenza di appuntamenti costanti nel tempo e un ampliamento delle tematiche trattate. Accanto ai temi della scrittura per il cinemala sceneggiatura, affiancata più recentemente dalla sceneggiatura disegnata e dallo storyboard – sono stati introdotti argomenti riguardanti la produzione, la ricerca delle location e la distribuzione, esplorando e approfondendo in questo modo i diversi settori del mondo del cinema. 

Le lecture di questa edizione, svolte nell’ambito di MATTADOR WORKSHOP, sono:

  • Masterclass di Sceneggiatura, tenuta dal regista e sceneggiatore Giovanni Robbiano (a cura di Andrea Rocco di GLFC e Alessandra Pastore di LAND)
  • Visioni in Movimento e La Scuola di Cinema senza sedie, tenuta da Giuseppe Gori Savellini, direttore Visionaria Film Festival e coordinatore di Visioni in Movimento, e Gianluca Novel, location manager Friuli Venezia Giulia Film Commission (a cura di Giulio Kirchmayr).
  • Dallo script allo schermo: un’introduzione al mercato audiovisivo internazionale, tenuta da Alessandra Pastore, project manager di LAND – Local Audiovisual Network & Development.