Dolly

DOLLY vuole osservare e valorizzare l’aspetto artistico/visivo dei partecipanti, premiando l’ecletticità e la capacità di saper creare – attraverso un’idea – immagini che raccontino una storia completa che unisca un mondo grafico a un mondo narrativo. Il sottotitolo di DOLLY è “Illustrare il cinema” ed è questo l’obiettivo che viene richiesto al vincitore della sezione, perché attraverso il percorso formativo offertogli deve impegnarsi nell’evolvere e nel migliorare il proprio progetto.
Il percorso di formazione si articola su 1 sessione residenziale a Trieste e 2 sessioni online, della durata di 6 mesi. Il vincitore premiato con una “Borsa di formazione” segue un Laboratorio personalizzato in base alla natura della sua idea. L’autore è accompagnato da tutor professionisti in un percorso di sviluppo della propria storia, con l’elaborazione di un dossier completo di presentazione di un progetto filmico o di animazione. Alla fine del percorso formativo, in base all’impegno e al risultato del tirocinio, può venire assegnato un premio di 1.000 euro.
DOLLY conta su uno staff di professionisti riconosciuti a livello nazionale e internazionale: i curatori del progetto sono Stefano Bessoni, regista, illustratore e docente di animazione stop-motion, e Stefano Basso, produttore. Il tutor è Daniele Auber, concept designer e filmmaker, vincitore dell’Emmy Award, residente a Hollywood dove ha lavorato per film di Terry Gilliam, Luc Besson, Wes Craven, Dario Argento, Lana e Lilly Wachowski.

 

 

 

 

 

 

  

2021 – Luce di Irene Sarà

 


 

2020 – Mephisto di Virginia Carucci

 


 

2019 – Un paese diviso di Fu JiaLiang

 


 

2018 – Il muro di Jacopo De Giuseppe

 


 

2017 – YS – La città del silenzio di William Perera

 


 

2016 – Don’t stop creating di Camilla Sicignano

 


 

2015Noa noa di Chiara Ionta