Premio d’Artista Mattador

 

 

Dal 2009 Mattador ha affiancato al tradizionale Premio per la Sceneggiatura, un importante progetto dedicato all’arte contemporanea: il Premio d’Artista Mattador.
È un “progetto nel progetto”, un prezioso tassello strettamente legato alle passioni di Matteo Caenazzo che va ad arricchire, oltre all’offerta culturale proposta dall’Associazione Mattador, anche il riconoscimento dato ai giovani talenti. A ogni edizione del Premio, un grande autore dell’arte contemporanea italiana e europea viene invitato a realizzare un’opera originale ispirata al percorso creativo di Matteo, reinterpretata seguendo la propria personale sensibilità e forma di espressione artistica. Questo ha dato vita, dal 2010, a una collezione di opere uniche nel loro genere, a testimonianza dell’ecletticità del nucleo creativo dal quale hanno tratto ispirazione e della rilevanza degli artisti coinvolti.
Gli esemplari tratti dall’opera originale vengono riprodotti con stampa fine art giclée, numerati e firmati dall’autore e ogni 17 luglio, in occasione della Cerimonia al Teatro La Fenice di Venezia, vengono donati ai vincitori del Premio Internazionale per la Sceneggiatura. È un “premio nel premio”, un riconoscimento del valore di questi giovani talenti, oltre che un incoraggiamento affinché continuino a credere in quello che fanno, come ci ha creduto ogni giorno Matteo.
A realizzare queste opere sono stati artisti noti a livello nazionale e internazionale: Serse, Sergio Scabar, Stefano Graziani, Massimo Pulini, Massimo Kaufmann, Luigi Carboni, Massimo Bartolini, Remo Salvadori, Hans Op de Beeck, Loris Cecchini, Sabrina Mezzaqui, Luca Pancrazzi.

MOSTRE
Dalla prima esposizione al Museo Revoltella di Trieste “10 Anni di Premio d’Artista 2010–2019″, aperta nell’ottobre 2019 in occasione del Decennale del Premio Mattador, alle dieci interpretazioni grafiche presentate allora, se ne sono aggiunte nel frattempo altre due. E’ dunque un nuovo progetto espositivo “10+2 Premio d’Artista Mattador 2010–2021″ quello presentato alla Galleria Spazzapan di Gradisca d’Isonzo (GO) e inaugurato il 25 settembre 2021. Tutti i lavori sono proposti da grandi artisti contemporanei e prendono spunto dalla ricerca visiva e dalla persona di Matteo. Per sottolineare questa relazione l’esposizione presenta anche un insieme selezionato dei lavori del giovane studioso e artista Matteo Caenazzo. Suoi quaderni di schizzi e disegni, annotazioni diaristiche, fogli da piccoli album rappresentano l’occasione per avvicinarsi alla poetica di un giovane, tesa fra visione e descrizione, fra ombra e luce, non di rado pervasa da una sottile inquietudine. Tutti gli autori, ognuno nell’autonomia della propria personale ricerca, permettono al lavoro di Matteo di continuare nel tempo. 

(Riccardo Caldura, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Venezia e Curatore del Premio d’Artista Mattador)

 

2021

 

2020

Quale segreto anima la danza silenziosa delle lucciole?, Sabrina Mezzaqui

GALLERIA CONTINUA  San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana / Roma

 

2019

Pensare per immagini / I must have seen things again and again, Loris Cecchini

GALLERIA CONTINUA  San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana / Roma

 

2018

Merry-go-round in the Snow, Hans Op de Beeck

GALLERIA CONTINUA  San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana / Roma

 

2017

Triade, Remo Salvadori

 

2016

Aerei, Massimo Bartolini

 

2015

Mattador, Luigi Carboni

 

2014

Matteo, Massimo Kaufmann

 

2013

Attraverso Matteo, Massimo Pulini

 

2012

Alcuni motivi per guardare in uno specchio, Stefano Graziani

 

2011

Le macchine di Matteo, Sergio Scabar

 

2010

Un disegno per le parole, Serse

GALLERIA CONTINUA  San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana / Roma